Mooer GE-300

È arrivata finalmente in distribuzione italiana grazie a Backline l’ultima novità di Mooer: il multieffetto GE-300, nato sulle orme del predecessore GE-200.

Allo scorso NAMM 2019, dopo alcuni rumours, qualche ipotesi e tanto desiderio da parte degli appassionati, Mooer ha annunciato ufficialmente il suo nuovo multieffetto di punta, ovvero il GE-300.

Le Basi del Successo di Mooer GE-300


Il successo dello scorso modello era basato su dei cardini molto semplici:

  • Buona costruzione
  • Ottimo Prezzo
  • Dotazione di un certo livello
  • Suoni molto validi in base alla fascia di prezzo

Questa volta gli ingegneri di Mooer sembrano aver fatto anche di più, 108 modelli di amplificatori digitali basati sulla tecnologia di modellazione non lineare di Mooer GE-300.

Mooer GE-300

164 effetti per coprire quasi ogni esigenza e 43 simulazioni di cassa e ambienti pre-installati di fabbrica saranno presenti nell’unità con annesso un caricatore IR completo per poter utilizzare Impulse Response che raggiungono una profondità di campionamento fino a 2048 punti.

Mooer ha inoltre un’altra chicca molto particolare, la novità più succulenta del GE300 è il motore synth.

Un modulo di sintesi polifonica a tre voci che permette un utilizzo dei suoni elettronici senza avere modifiche strutturali allo strumento o hardware prettamente dedicato. Ogni voce ha opzioni per forma d’onda, intonazione, filtri e arpeggiatori.

Il Tone Capture di Mooer

Sul lato prettamente chitarristico, invece, la chicca è il sistema di tone capture che era già stato utilizzato nel 2018 con il preamp live. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, si tratta di un piccolo sistema di profilazione di un amplificatore vero e proprio, dal preamplificatore fino al microfono che cattura la cassa, è poi possibile salvare tutto in un file IR.

Sebbene GE300 sia una macchina piuttosto complessa, costruita attorno a due chip DSP Sharc e un processore crossover NXP, porta con sè un’interfaccia utente direttamente derivata dalla  GE200 che ha dimostrato una programmazione molto semplice. 
Il resto della dotazione è, come ci potremmo aspettare da un multieffetto moderno, controllo USB, possibilità di switch esterni, looper fino a 30 minuti.

Il costo scontato al pubblico è orientativamente di 739 Euro, che subirà poi le classiche oscillazioni a seconda del seller. 
Mooer ha piazzato la sua “bomba” di mercato per questo 2019, un’alternativa in più nel panorama dei multieffetti.
Tutta la linea Mooer è disponibile nel nostro negozio fisico e nello shop on line a questo link: Mooer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *